Viktor Rom, Gianni Maggio and Leo Grin